miércoles, 3 de agosto de 2016

#LibertadManteros

+ INFO: aqui 


El Sindicato Popular de Vendedores Ambulantes ha hecho un llamamiento a la solidaridad, al posicionamiento, para exigir la libertad de los cinco manteros en prisión preventiva:

From the European South. Archives of the future: Italy, the postcolonial and the time to come

From the European South: A transdisciplinary journal of postcolonial humanities a refereed, open access e-journal that publishes articles, reviews, interviews, and creative interventions exploring the various facets of the postcolonial across the wide spectrum of the humanities a forum for the scientific research and urgent conversations of scholars, intellectuals and artists who are located in the European South or involved in and contributing to debates of/from the Global South 2016 | 1 Archivi del futuro: il postcoloniale, l'Italia e il tempo a venire Archives of the future: Italy, the postcolonial and the time to come 

  


 

jueves, 19 de mayo de 2016

RADICI NEL MARE /// gli arrivi

ci togliamo le scarpe e entriamo nel mare
mettiamo la piroga in acqua
non ha fondo
l'acqua entra poco a poco
perché è di legno
la barca è sempre piena di acqua
due la buttano fuori con i secchi
e non affonda
manca il timone
senza timone la barca non ha orientamento
quando arriva in europa
la polizia chiede ad ognuno
come siete arrivati, quanto avete pagato
tutti rispondono che hanno pagato lo stesso
e che hanno guidato un poco l'uno
ma se dicono che uno ha guidato
che lui è il capitano
il capitano va in carcere
ti ricordi quel ragazzo che è venuto una volta keurgumak?
si è fatto nove anni in carcere a valencia
dal 2006 al 2015
perché quando hanno chiesto chi era il capitano
tutti hanno risposto che era lui
e anche lui lo ha detto
perché aveva fatto qualcosa di eccezionale
quando è uscito dal carcere non aveva niente
i baye fall di valencia si sono organizzati per sostenerlo

gli sgabelli al centro della gaal
sono bianchi e neri
come siamo noi
come è la tenuta dei baye fall
sono decorati con linee oblique e cerchi

la gaal diventa rotonda
mettiamo l'ovatta e assomiglia più ad un gommone

mamadou è venuto con un gommone

oggi è stato il giorno degli arrivi
baye, julia, rosa, odette, cristina, anto e aicha, edla.

martes, 17 de mayo de 2016

RADICI NEL MARE /// la nostra ancora

il cancello era aperto.
siamo entrati e l'abbiamo chiuso dietro di noi
tutti entusiasti di non essere arrivati troppo tardi.
ma ci eravamo chiusi dentro.
stiamo per scavalcare
e stava anche per scattare l'allarme
siamo usciti con diciotto cuscinoni di ovatta
dodici nel bagagliaio
sei tra sara e lessen come un mare di nuvole
quando li portiamo al paratodos
milka, saadia, guiomar iniziano a riempire le radici

mamadou non ha dubbi
i pescherecci europei sono autorizzati a depredare il nostro mare
da quando sono arrivate le flotte europee, c'è molto meno pesce

tagliamo tutte le lettere
dicko ha imparato a cucire a macchina
fino alle due di notte
restiamo con rachele, paola e arianna a cucire le lettere
ci raccontano che a pastrengo molti genitori stanno ritirando le iscrizioni al centro estivo
perché li' nell'edificio accanto apriranno uno spazio di accoglienza per rifugiati
cosa si puo' fare?
molte persone non hanno avuto la fortuna di conoscere degli stranieri
come possono abbattere le loro paure...
le associazioni per i profughi spesso diventano delle prigioni
i progetti dell'intercultura e dell'integrazione finiscono sempre

ma i giovani possono cambiare le cose,
il modo migliore è condividere la vita
fare conoscere i tuoi amici stranieri ai tuoi amici italiani
e poi agli amici dei tuoi amici
e cosi' poco a poco tutto cambia

il paratodos è un luogo che crea relazioni e possibilità reali
ci vanno ragazzi di origine senegalese, gambiana, guineana, marocchina
è uno spazio che mette insieme nel quotidiano la formazione, laboratori e produzioni creative
vanno oltre al fatto che sei straniero
non c'è una barriera
che di solito c'è,
un'aria di armonia,
c'è una cucina
accanto c'è una falegnameria
oggi i falegnami ci hanno portato le sedie senza spalliere
e hanno tagliato su misura le gambe e le sedute

abbiamo cucito la parte interna e la parte esterna della piroga
a reggerlo sembrava troppo pesante
non sappiamo se l'ovatta sostiene tutto
la piroga starà in piedi?
pensiamo alle trecce,
la nostra ancora.

viernes, 13 de mayo de 2016

RADICI NEL MARE /// ma pensa quante persone hanno messo le mani in questa barca!

mentre continuiamo a cucire a macchina o a mano
lessen, zallou e tutti i ragazzi che fanno il corso di pizzaiolo
sfornano una pizza dopo l'altra
con l'hummus, spinaci, acciughe e aglio
le mangiamo calde sui taglieri rotondi di legno
rachele e arianna hanno preparato delle torte salate
poi ci fermiamo a cucire a mano le lettere fino a mezzanotte
ma pensa quante persone hanno messo le mani in questa barca!

ci rendiamo conto che molti riconoscono qualcosa di buono nella creazione della gaal
vengono anche da lontano, tornano e ci danno un aiuto
ci raccontiamo chi siamo e da dove veniamo
mentre immaginiamo come dare continuità a questo processo condiviso:
condividere con i ragazzi piatti dei loro paesi, restituire loro una abitudine e un gusto
al centro per rifugiati mangiano tutti i giorni pasta
montare una palestra con gli attrezzi che per ora sono messi in un angolo
abbiamo iniziato a dare forma alle radici
la prima è già nel mare
liberi saremo liberi di pensare
ad un posto migliore
recuperare tutto quello che è adesso è sospeso

ragazzi sognate per non far morire la speranza
e affrontate la realtà a muso duro
perché voi siete la cosa più bella

https://www.youtube.com/watch?v=VmrcoZzNKP8

di pomeriggio è passato al paratodos "rappero stagionato"
è un uomo di mondo
nato in albania
e ci ha fatto ascoltare il suo primo pezzo.

miércoles, 11 de mayo de 2016

RADICI NEL MARE /// 127 persone in una barca di 7 m 2 giorni in mezzo al mare

mamadou ci racconta le tappe dal senegal fino a verona
in senegal, nella regione dove abita, c'è una impresa francese che controlla il commercio del sale
e non c'è lavoro
da quando è arrivato in italia è diventato un rifugiato
le persone non gli parlano o gli parlano male
siamo insieme
al laboratorio di cucito al paratodos
tutto quello che puo' passare sotto la macchina da cucire
l'ho fatto passare
confezioni, tende, vestiti
mi mancava la barca!
 
graziella si è messa alla macchina in un contesto completamente diverso
dalle situazioni in cui ha lavorato tutta la vita in provincia
senza mai spostarsi
ha unito gli ultimi due grandi pezzi di mare profondo
e il suo saper fare ci ha permesso di andare avanti
è tornato stone
paola è la terza sarta che viene ad aiutarci
ha iniziato a passare a macchina il celeste, il blu, l'azzurro e il verde
 
oggi abbiamo fatto arcipelago
sunu gaal significa la nostra barca
è il nome del paese di cui i francesi hanno deformato il nome
chiamandolo senegal
wa keur serigne touba
les membres de la maison de Serigne Touba
tagliamo le lettere in bianco e nero da cucire dentro e fuori la piroga
dicko ha cucinato maffe per tutti.
erano sette mesi che mamadou, zallou e babacar non lo mangiavano.

lunes, 9 de mayo de 2016

RADICI NEL MARE /// non riesco ad orientarmi sono troppo occidentale

ci svegliamo alla ricerca delle macchine
per iniziare a cucire il fondo rosso
la gaal starà sul fondo azzurro
mamadou dice che prima di partire devi passare tre giorni senza mangiare
bevendo solo acqua
perchè nel gommone dalla libia ci devono entrare 125 persone
e tutto dipende dal peso
è arrivata aïcha
ha sette mesi
sta seduta al centro del mare
e non ha paura 
è arrivato stone
è stato un miracolo
teresa gli ha parlato della gaal
lui è un sarto del gambia che lavora a borgo trento
e ha cucito quasi mezzo mare rosso
abbiamo fatto le prove per vedere quanto deve essere alta la gaal

ci sono due tipi 
una con i bordi di mezzo metro per la pesca giornaliera
poi ci sono le gaal che possono pescare per due settimane senza tornare mai a terra
se ci entri dentro non ti si vede in piedi
immaginiamo quanto farla alta perchè,
quando la installeremo, 
ci si possa sedere dentro 
e avere la sensazione di  stare in mezzo al mare

la gaal avrà le radici.

mentre tagliamo il marrone
vicino alla cerniera dei pantaloni
troviamo un'etichetta che dice la verità.